Edimburgo

Edimburgo, una città impregnata di nobiltà. Forse è perché la sua nobile storia si rivela in modi che ispirano un timore reverenziale dinanzi agli enormi bastioni dei castelli in ciottoli di pietra o dei palazzi reali. E la natura non è da meno, laddove le fondamenta della città poggiano su terreno vulcanico.

Le pianure selvagge non sono mai troppo lontane, con dirupi spettacolari e laghi a poca distanza dal centro cittadino, nei parchi che si estendono con toni ambrati. Tuttavia Edimburgo è anche una città di grandi rifacimenti: lo testimoniano gli edifici di ispirazione ateniese, costruiti durante l'epoca d'oro dell'Illuminismo scozzese. Oggi la città prospera grazie alle boutique alla moda e agli eleganti cocktail bar, in una fusione perfetta di panorami vecchi e nuovi.

È una città caratterizzata da una storia ricchissima: basta fare quattro passi per Edimburgo per scoprire una miriade di monumenti, musei e strutture imponenti. Percorri il Royal Mile, l'antico acciottolato che costituisce la strada principale nel cuore della Old Town medievale, quindi dirigiti ad ovest e raggiungerai il Castello di Edimburgo. È indubbiamente una delle più imponenti fortezze d'Europa: la sua muratura beige in pietra si erge sulla rocca del castello, una tetra formazione vulcanica nera caratterizzata da un ripido dirupo su un fianco. Luogo simbolico sin dal IX secolo, il castello offre al suo interno numerose cose interessanti da vedere, mentre si risalgono le stradine ripide e le scale che portano ai sontuosi saloni, ai palazzi reali e al museo di guerra. Avrai anche l'opportunità di vedere i Gioielli della Corona scozzese, che risalgono al XVI secolo.

Dopo aver ammirato il castello, dirigiti ad est nella direzione opposta e alla fine scoprirai che il Royal Mile culmina al Palazzo di Holyroodhouse, la residenza ufficiale in Scozia di Sua Maestà la Regina. Questo imponente edificio risale al XV secolo; al suo interno si trovano parecchie stanze decorate, che hanno accolto Maria Stuarda, Giacomo IV e Carlo II.

Una breve camminata ti porterà alla bellezza pittoresca di Calton Hill, sui cui pendii meridionali si trova il Parlamento scozzese. Puoi scegliere se visitare il palazzo del Parlamento con la meravigliosa aula di forma circolare oppure salire fino in cima alla collina. La sua sommità è disseminata di diversi monumenti imponenti, tra cui i colonnati in stile ateniese del Monumento Nazionale, lo svettante monumento a Nelson e l'iconico monumento a Dugald Stewart. La collina offre un panorama da cartolina dello skyline grigio/dorato del centro storico di Edimburgo.

In effetti, tutta la città è ricca di monumenti: non sono concentrati solo su Calton Hill. Un tipico esempio è il minuscolo monumento a Greyfriars Bobby, una statua in dimensioni reali di uno skye terrier famoso per aver vegliato per anni sulla tomba del proprio padrone. Invece, il design gotico vittoriano della guglia dello Scott Monument, dedicato a sir Walter Scott, troneggia nei giardini di Princes Street nella New Town di ispirazione ellenica.

Proprio come nella sezione "Da vedere", anche le attività che ti proponiamo sono connotate da forti legami storici. Ne è un tipico esempio il National Museum of Scotland. Questo immenso museo, incredibilmente interessante a ogni età, descrive minuziosamente la storia scozzese partendo dagli antichi manufatti per arrivare alle moderne innovazioni scientifiche e all'arte moderna. Potrai vedere i calchi di enormi ossa di dinosauri, Dolly - la prima pecora clonata - e frammenti murari che risalgono all'8.000 a.C.

Edimburgo va fiera dei propri musei e gallerie, apprezzati a livello nazionale, tra cui la National Gallery of Scotland. Situata all'interno di un imponente edificio color sabbia di ispirazione ateniese ubicato nel cuore della New Town, questa galleria ospita numerosi capolavori dal Rinascimento ai giorni nostri. Gironzolando tra le sue sale spaziose potrai ammirare capolavori di Cezanne, Gaugin, Constable, Botticelli, Blake e Leonardo da Vinci - solo per fare qualche nome!

Ma nonostante sia famosa per i magnifici musei, Edimburgo ha anche diverse singolari curiosità. Una di queste è il Writers’ Museum che celebra Robert Burns, Sir Walter Scott e Robert Louis Stevenson, tre grandi scrittori scozzesi. E il Surgeons’ Hall Museum non potrà che stimolare la tua curiosità: qui, infatti, sono esposti reperti veri di deformità e patologie degli esseri umani, una collezione odontoiatrica e persino un libro in pelle umana ricavato dalla cute dal famigerato serial killer William Burke! Le stranezze continuano nella Camera Oscura, dove grandi e piccini saranno affascinati da illusioni ottiche e dalle gallerie che giocano con i nostri sensi fissando lo sguardo nello spazio e distorcendo le proporzioni.

Naturalmente, se preferisci stare all'aperto, l'immensa distesa verde di Holyrood Park è a poca distanza dal Palazzo di Holyroodhouse. Passeggiare in una tale distesa di ginestre e pendii selvaggi e incolti, a poca distanza dal centro città, è un'esperienza davvero incredibile. Scala la Arthur’s Seat, la collina vulcanica più alta del parco: potrai godere di un panorama grandioso che sovrasta la città a 250 m di altezza.

Se ti capita di trovarti ad Edimburgo ad agosto, sei fortunato perché in questo mese si tiene il Festival di Edimburgo! Questo evento annuale ingloba una miriade di festival diversi, tra cui il celebre Fringe Festival, il più grande festival d'arte del mondo. In questo periodo avrai tante opportunità di assistere a commedie, concerti e spettacoli teatrali.

Edinburgo, però, è sempre ricca di interessanti offerte culturali in qualsiasi stagione dell'anno. Dimostrazione lampante ne è l'Edinburgh Festival Theatre, che risale al 1892 sebbene l'attuale edificio che lo ospita sia un'elegante struttura moderna in vetro lucente e metallo, eretta nel 1994. Qui potrai assistere a balletti, opere e produzioni musicali che ti incanteranno! Il Royal Lyceum Theatre ha avuto un passato altrettanto movimentato: dal 1883 è stato restaurato quattro volte per diventare l'imponente edificio bianco dei giorni nostri.

Per una serata fuori più tradizionale, ti consigliamo di andare al Grassmarket nella Old Town. Da tempo, infatti, questa antica piazza del mercato è rinomata per i pub accoglienti e senza pretese, con graziosi arredi in legno al loro interno. L'esatto opposto: negli ultimi anni George Street, nella New Town, si è rivelata la zona dove sono concentrati tutti i bar e i ristoranti moderni. I suoi locali notturni di lusso e e le facciate a terrazza le conferiscono un fascino decisamente continentale. Rose Street, aperta solo al traffico pedonale, è un'ottima scelta per le serate fuori, soprattutto perché è completamente disseminata di pub e bar.

Ad Edimburgo, mangiare fuori è un'esperienza davvero varia: ci sono, infatti, centinaia di ristoranti che spaziano dai locali gourmet con tanto di stelle Michelin al cibo economico dei famosi negozi di fish and chips e alla tradizionale cucina britannica servita nei pub locali. > >

Se vuoi assaporare alcune specialità regionali, ti piacerà la Scotch Whisky Experience. Potrai degustare più di 200 varietà del popolare whisky scozzese, ciascuna caratterizzata da aromi radicalmente diversi e combinazioni ottenute dalla miscelazione di whisky di cereali e whisky di malto. Nelle vicinanze c'è anche l'Amber Restaurant: un'ottima trattoria, in caso ti venga fame dopo tutto quel whisky!

Altre prelibatezze sono le specialità scozzesi a base di frittura. Vai in un qualsiasi negozio di fish and chips di Edimburgo e avrai l'imbarazzo della scelta di cibi fritti, ben oltre quello che tu possa aspettarti in Inghilterra. Tra questi: Mars fritto, pizza fritta, uova fritte e kebab fritto.

Sebbene questi cibi possano sembrare oltremodo ipercalorici, la cucina di Edimburgo usa in abbondanza prodotti di qualità provenienti dalla campagna scozzese circostante. La Scozia ha enormi aziende agricole e fattorie, a tutto vantaggio della produzione di patate saporite e dell'ottimo manzo scozzese. E se proprio vuoi osare, assaggia l'haggis, il piatto nazionale a base di interiora macinate e spezie insaccate in stomaco di pecora. Il porridge e le focacce di farina d'avena sono prelibatezze dal sapore decisamente meno audace, mentre lo shortbread è un dolce nazionale da assaggiare assolutamente.

Fare acquisti a Edinburgo, soprattutto nella New Town di epoca georgiana, è diventato molto eccitante. È qui che ti imbatterai in Princes Street, una strada lunga e ampia. Passeggiando nei giardini di Princes Street, stracolmi di fiori, vedrai le insegne di numerosi marchi nazionali quali H&M, Boots e Debenhams. Da non dimenticare Jenners, uno dei più antichi grandi magazzini di Scozia: il suo immenso spazio ti offre un'abbondante scelta di specialità scozzesi, ad esempio le scatole di shortbread.

Proseguendo oltre Princes Street, su George Street, lo shopping assume un tono decisamente più esclusivo. Qui troverai moltissime boutique ed eccentrici negozi di design. Tuttavia, persino George Street non può reggere il confronto con Multrees Walk, dove si trovano i marchi più prestigiosi: Armani, Mulberry, Calvin Klein e Harvey Nichols, tanto per citarne alcuni.

Edimburgo ha anche un'ottima varietà di centri commerciali, come potrai notare al St. James Centre. Questo grande centro commerciale ospita marchi più apprezzati a livello nazionale quali Boots e HMV.

Al contrario, il Royal Mile propone molti negozi per turisti: tuttavia è ancora possibile scovare prodotti di qualità in lana cashmere scozzese o il classico tartan a prezzi ragionevoli. Naturalmente, se tutta questa shopping therapy ti ha stancato, fermati per un caffè a The Elephant House nella Old Town. È proprio in questo locale, accanto al monumento dedicato a Greyfriars Bobby, che JK Rowling scrisse il suo primo romanzo su Harry Potter!